Il miglior vino rosso al mondo del 2020 è italiano

Ad aggiudicarsi il titolo di miglior vino rosso al mondo del 2020 è l’Amarone Classico Fieramonte Allegrini 2012. A premiare l’italianissimo vino è Decanter che lo incorona il miglior vino rosso al mondo del 2020. Un primato tutto italiano quello del miglior vino rosso 2020, assegnato dalla rivista britannica Decanter, specializzata in enologia. Segnalato dal corrispondente italiano Aldo Fiordelli, il vino made in Italy si è esposto al severo giudizio di una giuria tecnica ottenendo un punteggio di 98/100.

Perché il Fieramonte Allegrini è il miglior vino rosso del 2020
A trionfare come miglior vino rosso del 2020 al mondo è la produzione italiana Fieramonte Allegrini con referenza 2012. L’Amarone della Valpolicella Classico Fieramonte del 2012 firmato Allegrini è stato considerato il miglior vino rosso al mondo da una giuria composta da esperti dal Master of Wine Andy Howard, il Master Sommelier Ronan Sayburn e dal responsabile acquisti di Direct Wines Beth Willard .

La bottiglia che ha decretato la vincita risale alla produzione 2012 e ha un significato particolare per la Griffe che ha creduto nel progetto, rilanciandosi nel 2011 dopo una pausa di 25 anni. Un ritorno in grande stile che viene premiato con un titolo importante come quello del “miglior vino rosso al mondo” da una delle riviste più rilevanti del settore. L’Amarone Classico Riserva Fieramonte è particolarmente apprezzato per il gusto profondo e pieno che offre grande bevibilità. il segreto del successo è l’integrità del grappolo ottenuto da un vigneto posizionato a circa 4 00 metri di altitudine su una collina che viene accarezzata dal sole del mattino.

I vini italiani vengono apprezzati in tutto il mondo: oltre al titolo di Miglior Vino Rosso al Mondo ottenuto dall’Amarone Classico Fieramonte Allegrini, un secondo titolo importante è stato guadagnato da un’altra azienda vinicola collocata lungo la strada del Vino Veneta, che si aggiudicata con il Prosecco Follador il premio per il miglior prosecco al mondo del 2020, assegnato durante il campionato mondiale di Champagne e Spumanti.

Alla scoperta del vino Fieramonte Allegrini
Con un’attesa di più di 25 anni torna trionfante la produzione Allegrini, rilanciata nel 2011 con un evento suggestivo in provincia di Verona dove tre mongolfiere hanno sorvolato i vigneti della Valpolicella. La produzione è legata al vigneto di Fieramonte che appartiene alla famiglia Allegrini da moltissimi anni. Nel 1985 la produzione si è interrotta poiché molte viti si sono ammalate. La famiglia non si è persa d’animo e ha reinvestito ridando vita al vigneto nel 2011, ma sono stati necessari dieci anni d’attesa prima che le viti fossero fisiologicamente mature per la produzione.

Comments are closed.